“Ecco perchè l’Italia del food non teme confronti…” | Intervista a Francesca Mercantini

Francesca Mercantini è la creatrice dell’emergente blog “l’Italia vista da me”. Appassionata di viaggi e ottima intenditrice di vini, Francesca ama il cibo in ogni sua forma, per questo motivo si definisce come il prototipo perfetto della persona “godereccia”. 

Francesca, raccontaci di te… 

Mi chiamo Francesca, 39 anni e fieramente “romana de roma”!

Sono avvocato, ma ben presto ho abbandonato questa professione per dedicarmi a quello che davvero mi piace fare. Dal 2005 sono sommelier e organizzo eventi anche legati al mondo della cucina, la mia vera passione di vita.

Adoro viaggiare, specie nella nostra bellissima Italia, per scoprire luoghi nuovi e le loro delizie enogastronomiche. Per questo da un paio d’anni ho creato un Travel Blog dedicato alle mie esperienze, “L’Italia Vista Da Me”: www.francescamercantini.it

Cosa significa per te il cibo?

Il cibo è una parte fondamentale della mia vita. Oltre ad essere una buonissima forchetta, il mio antidoto contro lo stress è cucinare per me e per i miei amici. Il cibo è condivisione, allegria, passione! Il vino è per me un’altra irrinunciabile presenza, accompagnando in modo unico ogni pietanza ed esaltandone il gusto. Ho da poco creato con la mia socia un format dedicato alle degustazioni di vino in abbinamento ai cibi più adatti, che si chiama “Utaste”. Una bella cena, accompagnata da un ottimo vino è una delle cose più appaganti per me.

Come sei arrivata a farne una tua professione?

La mia professione è organizzare eventi, occuparmi di pubbliche relazioni e il mondo del cibo è strettamente collegato. Davanti ad un buon piatto si stringono i migliori rapporti fra le persone! Il mio blog per ora è una grande passione e un valido aiuto per i viaggiatori che vogliono scoprire meglio l’Italia. Certo non mi dispiacerebbe che crescesse ancor di più, ma mi da grande soddisfazione in ogni caso.

Leggi anche:  "Credo nel potere del cibo, nelle risate tra amici e nelle giornate di sole" | Intervista a Daniela Compassi

Cosa pensi della cucina romana?

Sono una persona curiosa e mi piace provare tutti i tipi di cucina, anche quelli veramente lontani dalla nostra. Devo però essere onesta, l’Italia non teme confronti, sia per la qualità delle materie prime che per la fantasia e i modi di preparazione. Adoro la cucina della mia città, gustosa e succulenta… un’esplosione di sapori. Spesso a casa mi cimento con una bella amatriciana, una carbonara o un cacio e pepe, seguendo sempre rigorosamente le ricette della tradizione.

Consigli per i lettori?

Il consiglio che posso dare a tutti è di sperimentare, assaggiare, gustare, godere appieno delle sensazioni che il cibo può dare. Anche se attratti dalle bellezze del mondo, non dimenticate di visitare il nostro paese, scoprirete luoghi, cibi e tradizioni che vi emozioneranno!!

sfinge giza egitto antonietta marrazzo
viaggio
napoli
2018-04-05T18:47:39+00:00